C2

Il Centro Studi C2 si propone come servizio di divulgazione alle famiglie per la scuola media parentale.
Il servizio mira ad una istruzione il più possibile completa, nell’ottica cristiana della missione educativa.
Le nostre video lezioni sono tenute da insegnanti giovani e qualificati che trasmettono la passione per lo studio, seguendo e approfondendo il programma ministeriale

In cosa consiste

l Centro Studi fornisce un servizio di divulgazione alle famiglie, concretizzato in video-corsi di media durata (non più di mezz’ora) ognuno focalizzato su una specifica parte del programma. Saranno toccate le principali materie della scuola media tra le quali le lingue straniere (inglese e francese).

Il genitore è tenuto ad assistere alle video-lezioni, al fine di supervisionare il lavoro di apprendimento in quanto nell’home schooling è il genitore ad essere responsabile dell’insegnamento del figlio. Ascoltare le video-lezioni permetterà a papà/mamma di interrogare il figlio e di verificare passo-passo i progressi.

Il pacchetto di lezioni consisterà anche di materiali e/o esercizi suggeriti; nuovamente, spetterà al genitore verificare la loro puntuale esecuzione. Non raccomandiamo nessun libro di testo (eserciziario/sussidiario) ma è importante che ogni famiglia ne scelga uno per ogni materia, in base alle necessità ed alla scuola di riferimento. 

Il sistema di videocorsi previsto dal Centro Studi è, dunque, strumento utile per quelle famiglie che possono seguire i propri figli, avendo l’opportuna disponibilità di tempo. Non è uno strumento consigliato per coloro che non possono educare il ragazzo e verificare in itinere il suo apprendimento: in tal caso, sarebbe lo stesso concetto di home schooling a venire meno.

Scuola Media inferiore

Materie e programmi

Per la scuola media, il nostro servizio di divulgazione si comporrà delle seguenti aree tematiche:
Italiano,
Storia,
Geografia,
Musica,
Matematica,
Scienze,
Inglese,
Francese
,
Religione.

Premesse giuridiche per l’homeschooling

In Italia l’educazione è obbligatoria ma non la frequentazione della scuola in quanto i genitori possono ritirare, in qualsiasi momento, la delega allo Stato ad insegnare e provvedere direttamente anche con l’aiuto di professionisti esterni.

È un diritto sancito dalla Costituzione Italiana all’art. 30: «È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio.
Nei casi di incapacità dei genitori, la legge provvede a che siano assolti i loro compiti. La legge assicura ai figli nati fuori del matrimonio ogni tutela giuridica e sociale, compatibile con i diritti dei membri della famiglia legittima. La legge detta le norme e i limiti per la ricerca della paternità»

Dunque, i genitori sono tenuti ad assicurare al figlio un’istruzione statale o con professionisti esterni in caso di incapacità personale. Il primo nucleo dell’istruzione prevista è pertanto quella che avviene in famiglia.

Inoltre, la Dichiarazione Internazionale dei Diritti dell’Uomo all’articolo 26 recita: «Ogni individuo ha diritto all’istruzione. L’istruzione deve essere gratuita almeno per quanto riguarda le classi elementari e fondamentali. L’istruzione elementare deve essere obbligatoria. L’istruzione tecnica e professionale deve essere messa alla portata di tutti e l’istruzione superiore deve essere egualmente accessibile a tutti sulla base del merito. L’istruzione deve essere indirizzata al pieno sviluppo della personalità umana ed al rafforzamento del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza, l’amicizia fra tutte le Nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire l’opera delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace. I genitori hanno diritto di priorità nella scelta del genere di istruzione da impartire ai loro figli».

Il Decreto legislativo 16 aprile 1994, n.297, art 111 comma 2 stabilisce inoltre che «i genitori dell’obbligato o chi ne fa le veci che intendano provvedere privatamente o direttamente all’istruzione dell’obbligato devono dimostrare di averne la capacità tecnica od economica e darne comunicazione anno per anno alla competente autorità». E ancora: il Decreto Ministeriale 13 dicembre 2001, n.489, art. 2 comma 1: «Alla vigilanza sull’adempimento dell’obbligo di istruzione provvedono secondo quanto previsto dal presente regolamento:
a) il sindaco, o un suo delegato, del comune ove hanno la residenza i giovani soggetti al predetto obbligo di istruzione;
b) i dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado statali, paritarie presso le quali sono iscritti, o hanno fatto richiesta di iscrizione, gli studenti cui e’ rivolto l’obbligo di istruzione».

Infine: il Decreto legislativo 25 aprile 2005, n. 76, art 1, comma 4 stabilisce che «Le famiglie che – al fine di garantire l’assolvimento dell’obbligo di istruzione – intendano provvedere in proprio alla istruzione dei minori soggetti all’obbligo, devono mostrare di averne la capacità tecnica o economica e darne comunicazione anno per anno alla competente autorità, che provvede agli opportuni controlli”. Pertanto, la scuola non esercita un potere di autorizzazione in senso stretto, ma un semplice accertamento della sussistenza dei requisiti tecnici ed economici».

È quindi possibile educare il proprio figlio in casa, secondo il principio dell’educazione parentale italiana (home schooling), istituto giuridico che s’incardina sul diritto di educazione familiare in cui l’educazione non viene demandata alle istituzioni ma rimane in capo ai chi detiene la priorità educativa sui bambini, cioè i genitori (o altro parente). I genitori che riprendono il diritto ad educare i propri figli sono gli unici responsabili dell’educazione che si intende impartire a loro ed è tenuto ad accertarsi dei livelli di apprendimento ottenuti.

SCUOLA MEDIA INFERIORE

LE MODALITÀ DI ISCRIZIONE

CLASSE I

Pacchetto mensile rinnovabile

Previsto per chi vuole provare la nostra offerta

______

€ 100

CLASSE I

Pacchetto annuale

Previsto per chi vuole accedere alla intera offerta

_______

€ 600

CLASSE II

Pacchetto mensile rinnovabile

Previsto per chi vuole provare la nostra offerta

______

€ 100

CLASSE II

Pacchetto annuale

Previsto per chi vuole accedere alla intera offerta

_______

€ 600

CLASSE III

Pacchetto mensile rinnovabile

Previsto per chi vuole provare la nostra offerta

______

€ 100

CLASSE III

Pacchetto annuale

Previsto per chi vuole accedere alla intera offerta

_______

€ 600

FAQ

Vogliamo dare il miglior supporto ai genitori che scelgono l’home schooling.

Contattateci per tutte le informazioni ulteriori sul nostro progetto. Qui di seguito proponiamo alcune risposte alle domande più frequenti.

Posso usufruire del servizio anche se mio figlio è iscritto alla scuola pubblica?

Certamente, il materiale divulgativo offerto può essere utilizzato come ripasso/ripetizione.

Dovremo sostenere un esame a fine anno?

Sì, il ragazzo che sceglie l’home schooling dovrà sostenere un esame di idoneità al termine di ogni anno scolastico.

Posso confrontarmi con voi in caso di problemi?

Certamente, a cadenza periodica sono previsti incontri con le famiglie per risolvere eventuali problemi o per confrontarsi sulle necessità.

Il Centro Studi corregge i compiti dei ragazzi?

No, la nostra attività è di sola divulgazione, aiutando le famiglie nella home schooling. Spetterà al genitore correggere i compiti del figlio.

Posso scegliere solo alcune materie?

No. Una volta acquistato il pacchetto desiderato, verranno fornite tutte le materie. Potrà essere il genitore, a quel punto, a scegliere quali materie far seguire al ragazzo.

Il Centro Studi rilascia attestati?

No, il Centro Studi fornisce esclusivamente attività di divulgazione.

Telefono: 331 2202433